PERSONAL DEMOCRACY FORUM

pdfitaly

SPEAKERS

Alberto_cottica

ALBERTO COTTICA

La musica e le scienze sociali sono sempre stati i miei interessi principali. Non riuscendo a decidermi tra i due, ho deciso di perseguirli entrambi e ho finito per diventare uno strano mix di musicista folk-world e di economista che si interessa della creatività umana come motore di sviluppo.Sono un economista, esperto di politiche pubbliche collaborative e online. La pervasività di Internet, insieme ai cambiamenti sociali a cui si associa, apre la strada alla produzione delle politiche pubbliche e perfino di certi servizi pubblici in modalità wiki, collaborativa. Ho maturato un’esperienza diretta nel lancio, mantenimento e cura di comunità di cittadini che lavorano insieme alle autorità di governo verso obiettivi di natura pubblica. Ho lavorato principalmente per il Ministero dello Sviluppo Economico e il Consiglio d’Europa, ma ho anche esperienze al livello regionale e locale e nel settore privato (sono cofondatore di Edgeryders) Mi interesso di economia della complessità, e credo sia un modo fecondo di pensare a questi argomenti; per rendere la mia analisi più rigorosa faccio ricerca in questo campo, come studente di Ph.D. all’Università di Alicante. Ho pubblicato un libro sulle politiche pubbliche al tempo della rete, dal titolo Wikicrazia, diversi saggi e questo blog; quando scrivo o parlo in pubblico faccio del mio meglio per essere chiaro senza banalizzare gli argomenti che tratto.Come musicista mi interessano le nostre radici, in particolare quelle della mia nativa Emilia Romagna, che mi piace raccontare attraverso la musica in tutto il mondo. Il mio progetto principale è il gruppo di folk digitale Fiamma Fumana, molto attivo soprattutto in nord America e nord Europa. Collaboro anche con il mio vecchio amico Cisco e, più occasionalmente, con alcuni artisti stranieri di world music come i britannici Transglobal Underground e la danese Gudrun Holck. Sono anche nel gruppo fondatore dei Modena City Ramblers.

Learn more about this following twitter
Aline-Pennisi

Aline Pennisi

Public Policy Analyst, Italian Ministry of Economy and Finance, Technical and Scientific Committee OpenCoesione
Aline is an public policy analyst, working at the Italian Ministry of Economy and Finance.
Interested in experimenting ways to bring the management of democracy back into the public realm, she has been actively promoting open data and civic monitoring projects.
She participates to one of Italy’s major open government initiatives, OpenCoesione.
This open data portal accounts for over hundreds of thousand ongoing projects financed by EU structural funds and targeted national resources, worth approximately 10 billion euros per year. Through the publication of open, detailed and high-quality information on individual projects, OpenCoesione reaches out for citizen engagement.
It is further powered by Monithon, a tool for civic partners and individual citizens to press forward and report on malpractice, but also to collaborate in making all these projects work, by accelerating their completion and understanding how they respond to local demand.
Aline is also vice-president of the Openpolis association, committed to enable free access and understanding of public information on political activities, as well as on public finance.

Anthony-Hamelle

Anthony Hamelle

Director, AppliedWorks
Anthony Hamelle is Director at Applied Works, a London-based digital and technology studio that is driven by curiosity and a desire to enlighten.
Working at the forefront of data journalism with The Times or the BBC, helping think tanks and NGOs such as Chatham House or the Mo Ibrahim Foundation tell stories with data, Applied Works has developed a strong expertise around the simplification and narration of complex issues.
A London School of Economics and Political Science graduate in Law, Anthony’s career spans opinion research, public affairs (Havas), social media research (linkfluence) and advertising (BBDO).
An associate lecturer at the Sorbonne University and Sciences Po Paris, he has worked on several public interest (French 2010 Retirement Reform) and political campaigns (Digital Director for Dominique de Villepin 2012).

 

Learn more about this following twitter
Antonella-Napolitano

Antonella Napolitano

Europe Editor, Personal Democracy Media
Antonella Napolitano is PDM Europe editor and works as social media consultant.
She is also editor and outreach coordinator for Diritto Di Sapere, an Italian NGO that works to enhance access to information in Italy and abroad.
In the past she served as consultant and volunteers coordinator for UDC, a moderate Italian party; as community manager for Kublai, a project of the Italian Ministry of Economic Development, and worked at the Consulate of Italy in New York. She also co-founded Micromacchina, a nonprofit association that works on enhancing citizens participation.
She is the author of Facebook e la comunicazione politica (Apogeo, 2013) and writes about tech and politics for several Italian newspapers.
Antonella holds a M.A. in Media Studies from University of Bologna, in Italy, and was Research Fellow at Vassar College. Her personal blog (in Italian) is called Vassar Stories.

Learn more about this following twitter
foto_beatricecosta

BEATRICE COSTA

Responsabile del settore Programmi per Action Aid
Dal 2004, Beatrice Costa ha lavorato per ActionAid, una ONG internazionale in prima linea nella battaglia indipendente contro la povertà. Oggi, Beatrice è Responsabile del settore Programmi per ActionAid in Italia.
In passato ha lavorato su problematiche di genere e per una maggiore centralità del ruolo delle donne, coordinando il programma per i diritti delle donne per ActionAid.
Ha pubblicato insieme ad Elena Sisti il libro “Le donne reggono il mondo. Intuizioni femminili per cambiare l’economia” per la casa editrice Altreconomia
Nata a Milano nel 1981, Beatrice Costa si è laureata nel 2005 in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l’Università di Torino.
Nel 2010 ha conseguito un’altra laurea in Studi Religiosi presso l’Istituto di Scienze Religiose di Novara e ha frequentato il Master in Bibbia e Cultura Europea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale.

Learn more about this following twitter
camillefrancoispdf13

Camille François

Fellow, Harvard Berkman Center for Internet & Society
Camille François è Fellow presso il Berkman Center for Internet and Society, ad Harvard, e presso l’Information Society Project della Yale Law School. Si è specializzata in politiche pubbliche sulla cyberguerra e la cyberpace e sulle annesse problematiche in materia di sorveglianza, privacy e robotica.
Già Fulbright Fellow, Camille è docente ospite presso Saltzman Institute of War and Peace Studies della Columbia University (New York), dove ha lavorato insieme alla Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) su questioni di cybersicurezza e privacy. Ha vinto il primo premio alla Atlantic Council Cyber 9/12 National Challenge in Cyber Policy.
In passato, ha lavorato per Google in Europa gestendo ricerche di mercato su diverse piattaforme mediatiche, politiche chiave e trend sulla privacy.
Camille ha un Master’s degree in International Public Management conseguito presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Parigi e un Master’s degree in International Security della Columbia School of Public and International Affairs. Ha conseguito il suo Bachelor in Scienze Politiche a Parigi ed è stata studentessa internazionale per un anno presso la Princeton University. Ha inoltre seguito corsi di giurisprudenza presso la Paris II – Sorbonne Universités.
Camille è impegnata in una vasta gamma di progetti per la promozione della libera cultura e ricopre il ruolo di Consulente Digitale per Biblioteche Senza Frontiere, presso cui si occupa di alfabetizzazione digitale e inclusione digitale
Attualmente co-organizza la Drones and Aerial Robotics Conference (DARC).
Camille ha lavorato per due anni presso il Parlamento francese come legislative aide (assistente legislativo).
Il suo lavoro e i suoi interventi sono apparsi su riviste importanti come Scientific American, Guardian, WIRED e BBC.

Learn more about this following twitter
carola-frediani

CAROLA FREDIANI

Giornalista per Effecinque.org
Carola Frediani è una giornalista e autrice.
Nel 2010, ha co-fondato Effecinque.org, un’agenzia che fornisce contenuti, prodotti digitali, format innovativi ed esperimenti nei social media.
I suoi articoli trattano principalmente di cultura digitale, privacy, ambiente, hacking e hacktivismo. Scrive per l’Espresso, Wired, Il Secolo XIX, Pagina99 e TechPresident.
In passato ha scritto diversi articoli per il Corriere della Sera e Sky.it, presso cui, tra le altre cose, ha lavorato al progetto Beautiful Lab.
Ha lavorato per circa dieci anni con Franco Carlini, presso l’agenzia di giornalismo web Totem a Genova.
Nel 2012, ha scritto “Dentro Anonymous”, un viaggio tra le legion del cyberattivismo. Nel giugno del 2014, ha pubblicato “Deep Web – La Rete oltre Google”.

Learn more about this following twitter
Chris_Taggart

CHRIS TAGGART

Chris Taggart è il co-fondatore e AD di OpenCorporates.
Sin dal suo lancio, due anni fa, OpenCorporates ha fatto leva sulla comunità open data fino a diventare il più grande database aperto sulle aziende di tutto il mondo, con oltre 50 milioni di imprese in 70 giurisdizioni.
Questi dati vengono usati quotidianamente da chiunque lavori per smascherare la corruzione, da giornalisti a membri della società civile, oltre che da banche e istituzioni finanziarie.
La prossima sfida è mappare le reti complesse, e spesso opache, delle maggiori multinazionali mondiali. I risultati sono già sorprendenti.
Learn more about this following twitter
avatar duni

DINO AMENDUNI

Responsabile del settore New Media per Proforma
Classe 1984, Dino Amenduni è Responsabile del settore New Media e consulente per le Comunicazioni presso Proforma, un’agenzia di comunicazione con sede a Bari che ha condotto le campagne di pubblicità e comunicazione più di successo nello scorso decennio nel campo delle politiche progressiste.
Con Proforma, ha lavorato a campagne mediatiche di successo sia a livello locale che nazionale, comprese quelle di Michele Emiliano (sindaco di Bari, 2009), Nichi Vendola (Regione Puglia, 2010) e Debora Serracchiani (Regione Friuli Venezia Giulia, 2013). Ha anche collaborato alla campagna elettorale dell’attuale Presidente del Consiglio Matteo Renzi per le Primarie del 2013. Di recente, Proforma ha condotto la fortunata campagna elettorale del Partito Democratico per le elezioni europee del 2014.
Dino collabora anche ad alcune edizioni locali dei giornali del Gruppo Espresso, scrivendo articoli di analisi politica e di comunicazione politica, e anche ad alcune pubblicazioni online come Valigia Blu.
Insegna Comunicazione Politica e Social Media Marketing negli atenei di tutta Italia e fa parte dello staff del Festival Internazionale del Giornalismo a Perugia.
Nella primavera del 2013, Dino è entrato a far parte del programma di apprendimento IVLP del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, si è recato in città come Washington, Minneapolis, Denver e San Diego e si è dedicato a problematiche legate all’imprenditoria sociale (terzo settore, no-profit, fundraising/crowdfunding).
Nel suo (pochissimo) tempo libero, ama parlare di musica e inserisce citazioni profonde sul suo blog.
Dino vive e lavora a Bari, incantevole città del sud Italia.
È vice-capitano della Real Katenaccio, una squadra di calcio della periferia di Bari. Spetta a lui anche l’arduo compito di stilare le pagelle di ogni partita nel blog della squadra.

Learn more about this following twitter
Dmytro-Gnap

Dymitro Gnap

Investigative Journalist
mytro Gnap engaged in investigative journalism for the past five years. Ten years before that worked in television journalism in all positions: from reporter to editor-in-chief. As an investigative journalist he worked on the “Exclamation mark” TV program (TVi-channel). For this program he produced many resonant investigations: “Royal Hunt of Victor Yanokovych”, “Crimean Cedar for President”, “Prosecutros-Rogues” et al. Gnap also was a reporter for the top Ukrainian on-line media “Ukrainska Pravda”. These investigations not only interested the public, but forced the authorities to take appropriate action. In investigations, Gnap specializes in two subjects: large scale corruption and serious crimes (murder, kidnapping, etc.). He is also one of the activists of the Ukrainian journalist movement “Stop Censorship!” Together with other members of this movement Gnap produces the independent internet broadcast “Hromadske.TV”. He’s provided a number of trainings for young investigative journalists through programs with the US Embassy in Ukraine, European Council, MediaNext etc.

Learn more about this following twitter
belisario

ERNESTO BELISARIO

Si dice che “si è ciò che si fa” e allora, per presentarmi, scriverò quello che faccio e che mi piace fare.

Sono avvocato e mi occupo prevalentemente di diritto amministrativo (appalti, edilizia, urbanistica, responsabilità erariale e pubblico impiego) e di diritto delle nuove tecnologie (e-government, privacy, commercio elettronico); infatti, grazie alla felice intuizione di un mio Maestro, più di quindici anni fa decisi di unire i miei due interessi (il diritto e l’informatica) per farne una professione.

Le materie che pratico nell’attività forense, in cui mi sono specializzato con appositi percorsi di studio, sono le stesse che insegno presso l’Università degli Studi della Basilicata e in numerosi Master e corsi di formazione e specializzazione in giro per l’Italia.

Immagino che, arrivato a questo punto, il lettore si aspetti qualcosa di extralavorativo, passioni, interessi ma – riservatezza a parte – le mie passioni coincidono con il mio lavoro: se non mi divertissi (trovo la pratica del diritto molto creativa), credo che sarebbe molto noioso. Per questo, oltre a tenere un blog, sono impegnato in alcune importanti esperienze associative: sono Presidente del Circolo dei Giuristi Telematici, Presidente dell’Associazione Italiana per l’Open Government e Segretario Generale dell’Istituto per le Politiche dell’Innovazione. Recentemente, il Presidente dell’ISTAT mi ha nominato componente della Commissione degli Utenti dell’Informazione Statistica.

Sono Vice-Direttore del Quotidiano di informazione giuridica LeggiOggi.it, componente del comitato scientifico della rivista E-Gov ed ho una vera passione per la divulgazione, che mi ha portato – da sempre – a scrivere articoli e libri sulle tematiche che mi interessano. Mi piace molto ricevere il feedback di chi mi legge; del resto come Voltaire, credo che i libri più utili siano quelli in cui “i lettori fanno essi stessi metà del lavoro: penetrano i pensieri che vengono presentati loro in germe, correggono ciò che appare loro difettoso, rafforzano con le proprie riflessioni ciò che appare loro debole”.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul mio profilo LinkedIn all’indirizzo http://it.linkedin.com/in/ernestobelisario

Learn more about this following twitter
Fabio-Chiusi

FABIO CHIUSI

Journalist
Fabio Chiusi is a freelance journalist (Repubblica, L’Espresso, Wired) and blogger (ilNichilista, Chiusi nella rete) who regularly writes about Internet censorship, surveillance and the complex relationship between digital technologies, politics and society.
He is the author of ‘Critica della Democrazia Digitale’ (Codice, 2014).

Learn more about this following twitter
Fabio_Pietrosanti

Fabio Pietrosanti

Co-Founder, Hermes Center for Transparency and Digital Human Rights
Fabio Pietrosanti has been part of the Italian digital underground scene with the nickname “naif” since 1995. He has been working in digital security since 1998.
Among the founders of the Hermes Center for Transparency and Digital Human Rights, he is active in many projects aimed at creating and spreading the use of digital tools to support freedom of expression and transparency.
A member of Transparency International Italy, owner of Tor’s anonymity nodes, Tor2web anonymous publishing nodes, he is also among the founders of the Anonymous Whistleblowing GlobaLeaks Project, used by investigative journalists, citizen activists and public servants for anti-corruption purposes.
Fabio works on technological innovation in the field of whistleblowing, transparency, communication encryption and digital anonymity.
As a veteran of the hacking and free software environment, he participated to many community projects such as Sikurezza.org, s0ftpj, WinstonSmith Project, Metro Olografix and many others.
Professionally he worked as network security manager, senior security advisor, entrepreneur and CTO of a Startup doing mobile voice encryption technologies.


Learn more about this on the website and following twitter
Guido-Romeo

Guido Romeo

Co-Founder, Diritto Di Sapere, Data&Business editor, Wired Italy
Guido Romeo is data&business editor of the Italian edition of Wired and coordinator of the iData project of the Fondazione Ahref.
He is co-founder of Diritto di Sapere (Your Right To Know), a non-profit project advocating an Italian FOIA, and founder of Hacks/Hackers Italy in Milan.
He graduated from the University of Bologna and holds a journalism degree from the Ecole Supérieure de Journalisme in Lille, France and a masters in communications. In 2004 he was Armenise-Harvard science-writer fellow at the Harvard School of Medicine and winner of the Astra Zeneca award for science communication.
In 2007 he won the Piero Piazzano science and environment reporting award and the Amundsen prize for coverage of climate change. In 2009 he was awarded the Voltolino, Italy’s most prominent prize for science reporting.
For Nòva24, the science and technology insert of Il Sole 24 Ore, he managed Città illuminate (enlightened cities), a series of reports and conferences on development and growth in urban centres investing in innovation and creativity.
He was also producer and co-host on Radio24 of NòvaLab24, the daily programme on research, innovation and creativity.

Learn more about this following twitter
Helen-Darbishire

Helen Darbishire

Founder and Director, Access Info Europe
Helen is a human rights activist who specialises in the public’s right of access to information, and development of open and participatory democracies.
Passionate about the role of civil society in effecting change, Helen is a founder of the global Freedom of Information Advocates Network, and served two terms as its chair (2004-2010). She is a founder board member of the pro-transparency organisations Civio (Spain) and Diritto di Sapere (Italy), and a board member of the Open Knowledge Foundation Spain.
Helen led access to information activities at the Open Society Foundations (1999-2003) and was a campaigner with Article 19 (London), establishing its programmes in central and eastern Europe. She has advised UNESCO, the Council of Europe, the OSCE, and the World Bank.
Helen’s degree in Psychology and History & Philosophy of Science from the University of Durham (UK) has nothing and everything to do with her enthusiasm for information, data and the role of new technologies in advancing human rights.

Learn more about this following twitter
jonworth

JON WORTH

Blogger e consulente
Inglese di nascita, Jon Worth è blogger e consulente e risiede a Berlino.
Il suo è uno dei blog più longevi sui temi dell’Unione Europea, oltre che su democrazia e politiche di partito nei vari paesi europei.
Oggi è membro del Grüne (Partito dei Verdi) in Germania.
In passato ha coordinato le campagne web di Harriet Harman, Diane Abbott e Ken Livingstone nel Regno Unito.
Tra i suoi clienti si annoverano la Commissione Europea e l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare. Insegna inoltre presso il Graduate Institute di Ginevra e l’Università di Maastricht.

Learn more about this following twitter
Julia Keseru

Júlia Keserű

International Policy Manager, Sunlight Foundation
Júlia Keserű is the International Policy Manager at the Sunlight Foundation and oversees its international work. Coming from the Hungarian transparency community, Júlia has been an advocate for open government and an expert on open data issues with a special focus on political finance and corruption. She has spoken internationally on technology and transparency and regularly writes about the challenges and the potential of the global open government movement. Júlia holds a Masters degree from International Studies and studied political sciences, international law, sociology and philosophy at Corvinus University Budapest, Free University Berlin and the College for Social Theories in Budapest.

Learn more about this following twitter
Luciano-Floridi

Luciano Floridi

Professor of Philosophy and Ethics of Information, Oxford Internet Institute, University of Oxford
Luciano Floridi is Professor of Philosophy and Ethics of Information at the University of Oxford, Senior Research Fellow and Director of Research at the Oxford Internet Institute, and Governing Body Fellow of St Cross College, Oxford. He is also Adjunct Professor, Department of Economics, American University, Washington D.C.
His main areas of research are the philosophy of information, the ethics of information, computer ethics, and the philosophy of technology.
Among his recognitions, he has been awarded a Fernand Braudel Senior Fellowship by the European University Institute (2015) and the Cátedras de Excelencia Prize by the University Carlos III of Madrid (2014-15). He held the UNESCO Chair in Information and Computer Ethics and the Gauss Professorship at the Academy of Sciences in Göttingen.
He is a recipient of the APA’s Barwise Prize, the IACAP’s Covey Award, and the INSEIT’s Weizenbaum Award. He is an AISB and BCS Fellow.
In 2012, he was Chairman of EU Commission’s “Onlife Initiative” and is currently one of the five members of Google’s Advisory Board on “the right to be forgotten” (2014).
His most recent books are: The Fourth Revolution – How the infosphere is reshaping human reality (Oxford University Press, 2014), The Ethics of Information (Oxford University Press, 2013), The Philosophy of Information (Oxford University Press, 2011), The Cambridge Handbook of Information and Computer Ethics (editor, Cambridge University Press, 2010), and Information: A Very Short Introduction (Oxford University Press, 2010). (picture courtesy of Tim Muntinga)

 

Learn more about this following twitter
Rakar

MARKO RAKAR

Marko Rakar è presidente di una piccola ONG croata chiamata Windmill.
Ha una esperienza di lungo corso nell’ambito dei media, che combina con la sua conoscenza della tecnologia; è stato uno dei primi utilizzatori di internet in Croazia.
Rakar è speaker e consulente sui temi di organizzazione, internet, nuovi media e politica. Ha gestito una serie di campagne di successo per organizzazioni, partiti e candidati indipendenti a ogni livello in Croazia, Europa, Asia e Stati Uniti.
Tra i temi di cui è esperto vi sono i media sociali, la trasparenza e la governance aperta.
Marko ha studiato Filosofia e Informatica presso l’Università di Zagabria, ed è editorialista per numerosi giornali e riviste in Croazia e all’estero.
Nel 2009 il World eGovernment Forum lo ha inserito nella lista delle “10 persone che stanno cambiando la politica su Internet”, riconoscimento ricevuto per aver denunciato la manipolazione liste elettorali in Croazia.
Nel 2010 Rakar è stato arrestato e detenuto per aver reso nota una lista top secret di veterani di guerra contenente più di 200.000 persone che, pur non avendo mai partecipato allo sforzo bellico, avevano usufruito di oltre 1,2 miliardi di dollari all’anno dal governo croato.
Alla fine del 2011, la sua Windmill ha pubblicato un elenco di oltre 60.000 appalti pubblici croati del valore di più di 15 miliardi dollari: combinandoli con i dati finanziari dei fornitori e una serie di altre informazioni, Windmill ha contribuito a denunciare l’inefficienza e la corruzione del governo croato.
A Windmill Marko sta attualmente lavorando sull’analisi del sistema pensionistico croato, cercando di dimostrare come i fondi pensionistici privati siano stati utilizzati dalle banche in modo fraudolento, oltre a una serie di progetti ​​per progetti anti-corruzione e per la trasparenza dei dati.
Learn more about this following twitter
marietjeschaakepdf1402262014 copy

MEP Marietje Schaake

Parlamentare olandese presso il Parlamento Europeo
Marietje Schaake è un membro del Parlamento Europeo per il partito olandese D66, parte del gruppo politico Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa (ALDE).
Fa parte della Commissione per gli Affari Esteri, in cui si occupa di politiche di inclusione, specialmente nel caso della Turchia. Si occupa inoltre di diritti umani, con un particolare attenzione alla libertà di espressione, di stampa e di internet.
Nella Commissione Cultura, Media, Istruzione, Giovani e Sport, ha lavorato sull’Agenda Digitale europea e sul ruolo della cultura e dei nuovi media nelle azioni esterne dell’Unione Europea. Nella Commissione per il Commercio Internazionale, si è occupata di diritti sulle proprietà intellettuali, libero flusso di informazioni e il rapporto tra il commercio e gli affari esteri.
Marietje è membro della delegazione per le relazioni con gli Stati Uniti ed è un membro suppletivo delle delegazioni per i rapporto con l’Iran e i Paesi dei Balcani Occidentali.
È inoltre fondatrice dell’Intergruppo del Parlamento Europeo per i Nuovi Media e le Nuove Tecnologie, oltre che membro del Consiglio Europeo per le Relazioni Estere e vicepresidente del consiglio di supervisione di Free Press Unlimited.
Prima di essere eletta nel Parlamento Europeo, ha lavorato come consulente indipendente per governi, diplomazia, aziende e ONG su problematiche di relazioni transatlantiche, diversità e pluralismo, diritti umani e civili.

Learn more about this following twitter
Mike-Rispoli

Mike Rispoli

Communications Manager, Privacy International
Mike Rispoli is the Communications Manager for Privacy International, a London-based charity committed to fighting for the right to privacy across the world. Mike serves as the spokesman for PI and develops strategy for public engagement.
He has appeared on television and radio programs for the BBC, Sky News, and ITV, and has been quoted in several media outlets including the Guardian, Time, Al Jazeera, the Financial Times, the Sunday Times, Bloomberg, Wired, and Mashable.
Before joining PI, Mike was the Campaign and Media Strategist for Access, an international NGO that defends and extends the digital rights of at-risk users around the world. In a past life, Mike was a researcher at Columbia University’s Institute for TeleInformation, as well as a political journalist in the US.

Learn more about this following twitter
paola bonini

PAOLA BONINI

Giornalista, Editrice, Attivista
Paola Bonini, giornalista residente a Milano, si occupa di cultura e nuovi media.
Mentre frequentava Giurisprudenza, ha lavorato nell’ufficio stampa di Amnesty International. Dopo essersi laureata, ha iniziato a lavorare per case editrici di grande levatura come Mondadori, Sellerio, Il Saggiatore e molte altre.
Ha dato un importante contributo a diverse riviste e giornali e ha collaborato con numerose agenize di comunicazione. Oggi coordina e dirige i progetti di Comunicazione Politica per l’agenzia di pubbliche relazioni italiana Hagakure.

Learn more about this following twitter
Philip-Di-Salvo

Philip Di Salvo

Journalist Philip Di Salvo is a PhD Candidate at Università della Svizzera italiana (Lugano, Switzerland). His fields of interest and research are digital whistleblowing and journalism. He works as web editor for the Italian website of the European Journalism Observatory. As a freelance journalist he writes mainly for Wired Italy.  

Learn more about this following twitter
riccardo_sabatini

RICCARDO SABATINI

Scienziato e imprenditore
Nato a Cremona nel 1981, Riccardo Sabatini ha conseguito la laurea specialistica in Fisica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.
Dopo un tirocinio presso il Max-Planck-Institut di Göttingen, in Germania, ha lavorato per due anni come imprenditore presso aziende pubbliche e private, depositando due brevetti di dispositivi high-tech.
Nel 2006, ha frequentato il Master in Fisica Teorica presso l’Università di Trieste, che ha conseguito summa cum laude nel 2008. In seguito, ha proseguito conseguendo un dottorato in Fisica Teorica presso la SISSA.
Le sue ricerche vertono sulle scoperte di nuovi materiali basate su modellazione numerica su scala atomica. Questo lavoro è stato sviluppato tra l’EPFL in Svizzera e il SISSA in Italia.
Come imprenditore, è co-preside del Master in Complex Action, un corso di economia dedicato ai giovani scienziati.
Ricopre anche il ruolo di consulente scientifico e co-fondatore del The HUB Trieste, un acceleratore di startup orientato verso idee di business sostenibili e altamente innovative. È co-direttore della Quantum ESPRESSO Foundation, una fondazione no-profit che sostiene e aiuta giovani scienziati in tutto il mondo. È anche Chief Research Scientist presso Enerlife, una startup che lavora a nuove tecnologie per l’ottimizzazione e la commercializzazione dell’energia.
Per adempiere ai suoi doveri per l’ecosistema Open Source, è anche un attivo sviluppatore nel progetto Quantum ESPRESSO, un codice open source per calcoli strutturali-elettronici e modellazione di materiali su scala nanometrica.
In passato ha vinto l’edizione 2009 del concorso StartCUP FVG per l’idea di startup più innovativa e ha organizzato TEDxTrieste.
Di recente, è stato project manager per FoodCAST, un progetto nazionale di ricerca orientato all’elaborazione di tecnologie di previsione quantitativa sui mercati dei beni di consumo.

Learn more about this following twitter
Sam-Lee

Sam Lee

Open Data Specialist, World Bank Group
Sam is an Open Data Specialist with the Open Finances program, which aims to make financial data about the World Bank’s activities readily available, re-useable, and useful to the public-at-large and various stakeholder groups. As part of this work, he also works to apply open data principles and practices to help reach project objectives and advance development outcomes- including recent research on the Demand for Open Financial Data.
When he is not geeking out over international development, open data, innovation, and social media, Sam particularly enjoys photography, college football (the kind where there is minimal contact between the foot and the ball), and spending time with his wife and sons.
Prior to joining the World Bank in 2011, Sam has served as an international policy specialist for the US government, designed and monitored aid-delivery mechanisms in North Korea for a medical relief NGO, and served as a public relations officer for Habitat for Humanity, International & the Jimmy Carter Work Project.
Sam holds a Master’s in Public Policy from the Harvard Kennedy School of Government and Bachelor’s degrees in Economics and Political Science from Rutgers College in New Jersey.

Learn more about this following twitter
Tom-Steinberg

Tom Steinberg

Founder and Director, mySociety
Tom Steinberg is the founder and director of mySociety, an international non-profit group which aims to help people become more powerful in the civic and democratic parts of their lives, through digital means.
mySociety runs the popular UK transparency websites TheyWorkForYou and WhatDoTheyKnow, and problem-fixing sites FixMyStreet and FixMyTransport.  It also builds open source software to enable international re-use of mySociety’s projects.
Tom’s interest in technology and government comes from an unusual background in both fields. Having worked as a sysadmin and junior think-tank researcher, he became a policy analyst at the Prime Minister’s Strategy Unit from 2001 to 2003. He is a US/UK citizen and currently lives in Oxford.
In 2007 he co-authored the The Power of Information Review with Ed Mayo and the Strategy Unit, and from 2010-2012 was a member of the UK government’s Public Sector Transparency Board. He’s also proud to be an advisor to Code For America.

 

Learn more about this following twitter
Vincent-Pons

Vincent Pons

Co-founder and partner, Liegey Muller Pons; Assistant Professor, Harvard Business School
A graduate from MIT and from Ecole Normale Supérieure of Ulm, Vincent Pons is a forthcoming Professor at Harvard Business School and the cofounder of the consulting company LiegeyMullerPons.
He has run several scientific field experiments on political participation and poverty in France, Kenya and India.
His work on electoral mobilization in France served as a theoretical framework for the 2012 national door-to-door canvassing campaign of François Hollande that he supervised with Arthur Muller and Guillaume Liegey.

Learn more about this following twitter
vittorio

VITTORIO ALVINO

Presidente e Fondatore di OpenPolis
Nato a L’aquila, laureato in Scienze Politiche, presidente di Openpolis e socio fondatore di Depp srl.
Sono arrivato a internet mosso dall’interesse per i processi sociali e politici. Ho fatto varie esperienze nel privato in ambito web e multimedia. Nel 2003, insieme altri amici avviamo il progetto Openpolis, con l’idea di sperimentare l’uso della rete e dei dati pubblici per creare trasparenza e partecipazione democratica (VoiSietequi, Open politici, Open parlamento, etc.).
Nel 2008 fondiamo Depp srl, che oltre ad essere la società strumentale di Openpolis, realizza anche tra i progetti di Open Government più importanti in Italia (OpenCoesione, Open municipio, Open ricostruzione, Open bilanci, etc.)

Learn more about this following twitter