OPEN HARDWARE SUMMIT

ohs

SPEAKERS

adrian

Adrian Bowyer

Adrian Bowyer è un dottorato in ingegneria presso l’Imperial Collegeche è stato ingegnere e matematico accademico presso l’Università di Bath per 35 anni, da dove si è ritirato nel 2012 per diventare direttore della RepRap Professional Ltd. Le sue aree di ricerca sono la modellazione geometrica e calcolo geometrico in generale (è uno dei creatori dell’algoritmo Bowyer-Watson per diagrammi di Voronoi), l’applicazione dei computer alla produzione, e la biomimetica. E ‘autore di un centinaio di articoli e libri su diversi aspetti dell’ingegneria e della matematica. Nel 2004 ha creato RepRap – prima macchina di manifattura general-purpose auto-replicante dell’umanità. RepRap Professional Ltd ha venduto migliaia di macchine RepRap in tutto il mondo. Si tratta di uno dei più noti fornitori nel mercato più attendibile, ed è dedicata a guidare tecnicamente la community RepRap nella ricerca nel miglioramento del design. RepRap Professionale Ltd è una società interamente open-source, e tutti i suoi design, il software e la documentazione sono liberamente disponibili a tutti.

Learn more about this on the website and following twitter
_Albertas-Mickėnas

Albertas Mickėnas

Albertas Mickėnas è un costruttore di comunità ed evangelista dell’open source, co-fondatore di Technarium hackerspace a Vilnius in Lituania. Dopo un decennio speso nell’esplorazione del panorama delle web startup, stanco di questa attività ha deciso di condurre una vita nomade esplorando le possibilità di business nel campo dell’open hardware indipendente e la progettazione di elettronica open source per l’uso semi-industriale.

_Allison-Burtch

Allison Burtch

Allison Burtch si occupa di liberation technology. Ha recentemente creato Internet Illuminator – una funzione aggiuntiva del browser che spiega le relazioni con le aziende, un log jammer  - che crea uno spazio sicuro nell’ambiente e il Dumb store – un app store per dumbphones. Ha co-organizzato il Prism BreakUp all’Eyebeam Art & Technology Center e la Conferenza Drones and Aerial Robotics  presso la New York University. In precedenza, Allison è stata la direttrice dell’Occupied Wall Street Journal, la sesta edizione di una pubblicazione cartacea che è stata tradotta in sei lingue e distribuita a livello globale. Allison ha conseguito un master presso l’Interactive Telecommunications Program della New York University.

Learn more about this following twitter
AmmarHalabi

Ammar Halabi

Ammar Halabi si occupa di ricerca sull’uso degli strumenti social on line per sostenere la comunicazione e la collaborazione all’interno delle comunità locali in Siria. Ha collaborato con Wikilogia, una comunità che promuove moderne tecnologie internet per la comunità locale siriana per supportare la collaborazione, la condivisione e la comunità imprenditoriale. Ammar parlerà anche a nome di Yahya Tawil, co-fondatore di Atadiat, una startup per la fornitura di prodotti e servizi per facilitare lo sviluppo di hardware. Atadiat e la tra le prime startup commerciali nel mondo arabo che adotta lo spirito dell’open hardware. Negli ultimi due anni, Yahya ha lavorato come  volontario per Wikilogia per cui ha organizzato e partecipato a numerosi workshops e conferenze riguardo l’open hardware e l’elettronica. Yahya è stato anche coinvolto in attività di collaborazione nel mondo arabo, che hanno incluso la promozione del pensiero OSHW, fondando gruppi OSHW locali, traducendo in arabo i contenuti riguardo l’elettronica e fornendo supporto tecnico per principianti.

2014-06-03-Ari-Headshot1

Ari Douglas

Ari Douglas era un professionista in Sicurezza Informatica prima chel’Electronic Frontier Foundation lo spingesse ad intraprendere la carriera legale. Laureatosi con una specializzazione sulla proprietà intellettuale presso la Benjamin N.Cardozo School of Law, Gli interessi di Ari coprono tutto lo spettro del variegato campo della “Legge Tecnologica”. Il suo obiettivo primario nell’intraprendere la professione legale era di poter essere utile nel comunicare materiale tecnico complesso ai legislatori. Per MakerBot Industries, Ari ha curato tutti gli aspetti della strategia sulla proprietà intellettuale, compresa la consulenza al senior management sui temi dell’Open Source. Attualmente sta collaborando con Creative Commons su un progetto di ricerca e un “libro bianco” riguardo le opzioni di licenza per l’hardware Open Source.

becky1

Becky Stern

Becky Stern è un guru del DIY, è dirige la parte di elettronica indossabile presso Adafruit. Ogni settimana fa un nuovo video della serie “Wearable Electronics con Becky Stern” dal vivo su YouTube. Becky combina tessuti e l’elettronica dal 2005. Becky studiato alla Parsons The New School for Design e Arizona State University e insegna alla School of Visual Arts’ Products. Membro del Madagascar Institute a Brooklyn e del Free Art & Technology (FAT) Lab.

Learn more about this on the website and following twitter
Benedetta_sq

Benedetta Piantella

Benedetta Piantella è una designer trasformatasi in tecnologa umanitaria (?). Ha insegnato robotica Lego, ha lavorato per Arduino in Italia e per Smart Design a New York, producendo prototipi interattivi per i clienti di fascia alta. Ha fondato due società di sviluppo e ricerca ingegneristica focalizzate sulla produzione di soluzioni sostenibili per le sfide  umanitarie, sociali e ambientali a livello globale. Ha creato partnership con organizzazioni come le Nazioni Unite, l’UNICEF, il Millennium Villages Project, con università come la New York University, la Columbia e Princeton e numerose ONG; ha progettato, prototipato e distribuito progetti in paesi come l’Uganda, il Kenya e la Tanzania. è stata architetto Technology Architect per l’Earth Institute e per il Sustainable Engineering Lab presso la Columbia University. è una sostenitrice dell’Open Source ed è attualmente docente alla New York University-ITP dove insegna Informatica Fisica e Ingegneria per lo Sviluppo.

BenjaminTincq2_square

Benjamin Tincq

Benjamin Tincq è uno stratega del peer-to-peer e co-fondatore di OuiShare: un think-tank, do-tank e comunità globale la cui missione è quella di costruire e coltivare una società collaborativa. Il lavoro di ricerca di Benjamin si concentra principalmente sulla cambiamento sistemico (socio / economico) generato dal modello peer-to-peer, dalla governance cooperativa e dalla nuova rivoluzione industriale guidata dall’open source e dalla produzione distribuita.

Learn more about this following twitter
me_aiweiwei

David Huerta

David Huerta è sviluppatore capo presso il Brooklyn Museum, il museo più cool di New York. Di notte, aiuta a organizzare Cryptoparties, sessioni di dibattiti locali che riuniscono tecnologi e persone comuni per imparare a proteggere la propria privacy online. Prima di arrivare a New York, ha abbandonato la Arizona State University ed è stato uno dei membri fondatori di HeatSync Labs, un hackerspace dell’Arizona che riunisce makers, hacker e occasionali futuristi per realizzare cose e insegnare agli altri come fare lo stesso.

Learn more about this following twitter
_ted_90040894

David Lang

David Lang è uno dei co-fondatori di OpenROV, un produttore di robot sottomarini a basso costo, e di OpenExplorer, una comunità di cittadini esploratori. è l’autore di “Zero to Maker” e scrive per “MAKE: Magazine”. è stato TED Fellow nel 2013. Vive su una barca a vela nella baia di San Francisco.

EP-Portrait

Eric Pan

Eric Pan, fondatore e CEO di Seeed Studio, maker da tutta la vita e ciclista. Si è formato come Ignegnere Elettronicoo con progetti di elettronica, di sistemi embedded e di robotica. Dopo la laurea, ha lavorato in Intel come ingegnere circuiti integrati nel controllo qualità e nel NPI, in seguito ha svolto vari lavori compreso lavorare nel commerciale e nel sourcing internazionale. Ha creato Seeed Studio nel 2008, fornendo moduli di open hardware e servizi per aiutare i makers a trasformare le idee in prodotti. Ha anche creato il ChaiHuo hackerspace a Shenzhen, co-fondato l’acceleratore di hardware HAXLR8R ed ha introdotto la prima Mini Maker Faire in Cina. Grazie a tutto il lavoro svolto per accelerare innovatori hardware su piccola scala, è stato scelto per la copertina da Forbes Cina come uno dei 30 giovani imprenditori sotto i 30 anni.

me_me_sm

Gabriella Levine

Gabriella Levine è un tecnologo creativo, artista interattivo e hardware designer di progetti open-source interessata al rapporto tra tecnologia ed ecologia. Ha studiato biologia e pianoforte presso la Cornell University e Oberlin College, poi ha lavorato facendo ricerca sul cancro all’Albert Einstein College of Medicine prima di abbandonare il laboratorio per la vita all’aria aperta per diventare un combattente contro incendi boschivi. Ha conseguito poi un Master in Design e Tecnologia alla ITP, Tisch School of Arts, New York University. Gabriella crea opere scultoree e robot che imitano fenomeni ambientali e comportamento animale. Appassionata di robot biomimetici, PCB, azionamento elettromeccanico, reti di sensori wireless e di codifica. COO di Protei Inc, che produzione di barche a vela robotiche biomimetiche. Gabriella è anche presidente di Open Source Hardware Association.

Learn more about this on the website and following twitter
gawin

Gawin Dapper

Gawin Dapper presenterà la storia di Phonebloks del quale è CTO. Phonbebloks è un’idea che è diventata un movimento per un telefono cellulare modulare e sostenibile. Gawin ha una passione per le persone, le tecnologie, il design e la semplicità. Ama lo sviluppo aperto, la condivisione e lo stare all’aria aperta.

Learn more about this on the website and following twitter
hagit-keysar

Hagit Keysar

Il lavoro di Hagit Keysar riunisce teoria, attivismo e pratiche artistiche; è attualmente dottoranda presso il dipartimento di Politica e Governo della Ben Gurion University, in Israele e dal 2011 è parte della comunità di professionisti del Public Lab. La  ricerca di Hagit riguarda l’open-source e le tecnologie di map-making prodotte dai cittadini a Gerusalemme. Un pezzo alla volta,esplora le implicazioni politiche delle tecnologie collaborative e delle pratiche fai-da-te in spazi di conflitto e disuguaglianza civile. Attraverso il lavoro di collaborazione a lungo termine con i residenti della città cerca di sviluppare strumenti di contesto che possano intervenire nella formazione del nostro immaginario geografico, coinvolgendo le persone nell’esporre l’invisibile attraverso il fare e l’osservare critico. Hagit conseguito un Master in Antropologia Visuale presso l’Università di Manchester (UK) e una laurea umanistica presso l’Accademia Bezalel di Arte e Design di Gerusalemme.

hannah

Hannah Stewart

Hannah Stewart è una ricercatrice Phd presso Creative Exchange, un hub AHRC per lo scambio di conoscenze della Lancaster University. Il suo background riguarda le industrie digitali e culturali, con un profilo sia come maker che come direttrice commerciale. In campo accademico i suoi interessi spaziano nel campo delle comunità di pratica open-source e di come queste esistano al di fuori del paradigma del mercato tradizionale. Formatasi sia nei mestieri tradizionali e che nella programmazione delle macchine, questa gamma di interessi e di empatia aziendale ha influenzato ed arricchito la ricerca e la pratica accademica.

_Jason-headshot

Jason Kridner

Jason Kridner è un software architecture manager per processori embedded presso Texas Instruments (TI). Kridner è anche il co-fondatore di BeagleBoard.org, presso cui ha contribuito a creare strumenti di sviluppo open-source come BeagleBone Black, BeagleBone, BeagleBoard and BeagleBoard-xM. Durante il suo mandato che dura da 20 anni con TI, Kridner è diventato un leader attivo nella comunità open source. Ha coinvolto il pubblico in una varietà di eventi sull’indistria e sullo sviluppo di hardware e software, tra cui la Maker Faire, la Embedded Linux Conference, l’Android Builders Summit, OSCON, CES, Design West, Collaboration Summit e Design East.

2012-squareBW

Jerome Saint-Clair

Jerome Saint-Clair è un artista e gestore del Graffiti Research Lab in Francia. Il suo lavoro copre un ampio spettro che comprende la net-art, l’arte generativa, pezzi legati a Internet, installazioni interattive, hacking urbano, musica / suono: il tutto utilizzando software e hardware open-source.

Learn more about this following twitter
jon-nordby-portrait-SF2014-wall

Jon Nordby

Jon Nordby è un ingegnere elettronico specializzato in open source e software embedded. Consulente per diverse aziende sul tema Linux embedded, ha fatto parte del team che ha creato il Nokia N9 l’ultimo telefono cellulare Nokia basato su Linux. Attualmente sviluppa strumenti interattivi e modelli di programmazione che sfruttano la capacità di pensiero visivo e l’apprendimento esplorativo, per rendere l’hacking e la creazione dei dispositivi elettronici più accessibile. Jon è un membro attivo del Bitraf hackerspace  a Oslo, e lavora per la stealth startup The Grid.

Learn more about this following twitter
laura-lospennato

Laura Lospennato

Laura Lospennato è una diplomata del programma di Design Industriale dell’Università di Buenos Aires, con la specializzazione in Management del Design completato a Tokyo. Responsabile del programma di Design Thinking offerto dal Governo della Città di Buenos Aires, come parte dell’iniziativa per fornire corsi aperti in Imprenditorialità per la comunità. Insegna anche Design Thinking in un corso post-laurea per imprenditori presso l’Università di Buenos Aires. Nel 2008, ha co-fondato uno studio di design freelance chiamato GrupoAlaska, attualmente il principale studio di design industriale Open Hardware a Buenos Aires. Attualmente il suo lavoro si concentra sul colmare il divario tra la progettazione human-centered e l’hardware open. Laura è anche parte del team di TEDxRioDeLaPlata, uno dei più grandi eventi TED in America Latina.

Learn more about this following twitter
picture

Liat Brix-Etgar

Liat Brix-Etgar è un architetto, ricercatore e docente. Capo e il promotore di “Civil Architecture” Unità di Ricerca presso il Dipartimento di Architettura della Bezalel Academy of Arts and Design, di Gerusalemme. L’unità intreccia design, teoria politica, pianificazione e attivismo, mirando a sviluppare infrastrutture civili collaborative, aperte e profondamente inclusive, le capacità e le pratiche che spingono verso la democratizzazione dei processi di pianificazione. Liat ha ricevuto la sua laurea presso l’Accademia Bezalel di Gerusalemme e il suo Master in filosofia dalla Tel Aviv University. Architetto e socio in tehiru Gruppo di Tel Aviv.

Madeline-Gannon-BW

Madeline Gannon

Madeline Gannon è una Ricercatrice / Progettista / Educatrice il cui lavoro unisce architettura, robotica, informatica, interazione uomo-computer e design. La sua ricerca indaga il feedback digitale-analogico nel contesto dell’artigianato, dell’estetica e dell’interazione ai confini della creatività digitale. Attualmente sta perseguendo un dottorato in Computational Design presso la Carnegie Mellon University. Ha conseguito anche un Master of Science of Computational Design presso la stessa università, e un Master in Arhitettura dalla Florida International University.

bw-mohawk-headshot

Micah Elizabeth Scott

Micah Elizabeth Scott ha fatto cose non convenzionali con la tecnologia per tutta la vita, spesso per esplorare i confini tra hardware e software. Ha costruito satelliti, robot, macchine virtuali, driver grafici, emulatori di CPU, stack di rete, controller USB, strumenti di reverse engineering, e praticamente tutto il resto. Recentemente ha esplorato le interazioni tra tecnologia e arte. Attualmente il suo lavoro esplora luce, la percezione, e l’interconnessione umana. I suoi interessi comprendono la scultura interattiva, i loop di controllo, il comportamento emergente, le interfacce umane non convenzionali, l’arte terapeutica, l’impressionismo astratto, e l’ utilizzare la tecnologia per aiutare a illuminare ciò che ci rende umani.

Learn more about this on the website and following twitter
_PeekNadya-s

Nadya Peek

Nadya Peek è una studentessa di dottorato presso il MIT Center for Bits and Atoms, in cui lavora all’incrocio tra scienza fisica e scienza digitale. Nadya lavora su strumenti non convenzionali di fabbricazione digitale, automazione su piccola scala, sistemi di controllo collegati in rete, e manifatturiero avanzato. Nadya è anche un membro attivo della comunità dei FabLab, e lavora per rendere la fabbricazione digitale più accessibile con migliori strumenti CAD/CAM e di sviluppo open source (hardware), macchine e sistemi di controllo. Le macchine parte del progetto “machines that make” sono state progettati per essere create  utilizzando gli strumenti disponibili nei fablabs, aiutando gli utenti portare la fabbricazione digitale nelle case.

nick

Nick Lerodiaconou

Nick Lerodiaconou è co-progettista di WikiHouse lo standard di costruzione di abitazioni open source, parte del progetto Open Desk e il Co-fondatore e Lead Designer della piattaforma FabHub, Nick è anche un architetto qualificato e designer con 00 :/ (zero zero).

Learn more about this on the website and following twitter
phoenix

Phoenix Perry

Phoenix Perry è Professore a contratto presso NYU e insegna Gaming, Progettazione e embodiement a Poly, ITP e Steinhardt. Il lavoro creativo di Perry si estende una vasta gamma di discipline, tra cui il disegno, l’arte generativa, video, giochi, interfacce e suono. I suoi progetti sono stati visti in tutto il mondo in luoghi e festival, tra cui Come out and Play, Maker Faire presso la New York Hall of Science, Lincoln Center, LMCC, Transmediale, Yerba Buena Center for the Arts, LAMCA, Harvest Works, Babycastles, World Science Fair , Festival European Media Arts, GenArt, Seoul Film Festival e Harvestworks. Nel 2011 è stata co-autrice del libro, Meet the Kinect con Sean Kean e Johnathan Hall.

Learn more about this on the website and following twitter
tomas

Tomas Diez

Tomas Diez è direttore del progetto FAB City presso l’Istituto di Architettura Avanzata della Catalogna (IAAC) nonchè uno dei promotori del progetto Fab Lab Barcellona, PhD ricercatore presso l’University College di Londra. E’ ache co-fondatore del progetto Smart Citizen e Studio P52 a Barcellona, oltre che essere è il co-presidente di FAB10. I suoi interessi di ricerca riguardano l’uso di strumenti di fabbricazione digitale per trasformare la realtà, e come l’uso di nuove tecnologie possono cambiare il modo di consumare, produrre e relazionarsi con l’altro in città.

Learn more about this on the website and following twitter
_Headshot-T

Tristan Copley Smith

Tristan Copley Smith è un narratore e organizzatore visivo che si occupa di open source, trasparenza nei governi e movimenti per l’economia della condivisione. Tristan aiuta le idee dirompenti a espandersi, a finanziare progetti e coltivare le comunità produttive. E ‘co-fondatore del progetto Open Source Beehives e Direttore della Comunicazione presso OpenTech Collaborative.

Learn more about this following twitter
MG_7830_1

Yasmin Elayat

Yasmin Elayat è una creativa, tecnologo, interaction designer e new media artist la cui passione è all’intersezione delle arti e della tecnologia. Il suo lavoro mira a espandere i confini delle esperienze coinvolgenti, che vanno dalle installazioni interattive per spazi fisici, alle installazioni video, ai documentari interattivi per il web. Yasmin è co-creatore di 18 Days In Egypt: A Participatory Interactive Documentary Project about the Egyptian Revolution, progetto vincitore del Tribeca New Media Fund grant eHonorary Mention nella Categoria Digital Communities ad Ars Electronica 2012, inoltre selezionato dal Sundance Institute New Frontier Lab, e recentemente nominato uno dei Moments of Innovation in Participatory Documentary al MIT Open Documentary Lab e IDFA DocLab. Il progetto ha portato alla creazione di un programma di incubazione di citizen-journalism chiamato The Egypt Journalism Project nel 2013. Yasmin è anche il co-fondatore di GroupStream, una piattaforma di visual storytelling di gruppo. Yasmin è un membro di OpenLabEgypt, un collettivo di arte e media al Cairo che promuove la tecnologia open source e la cultura della collaborazione. Nel 2014, Yasmin è stata nominata da di GOOD Magazine nei GOOD 100, un “numero dedicato alla presentazione delle 100 persone che stanno spingendo il mondo in avanti in modi creativi e stimolanti”.

zack-jacobson-weaver_OHSbioPic-150x150

Zack Jacobson-Weaver

Zack Jacobson-Weaver è attualmente un dottorato di ricerca presso il Colorado ATLAS Institute che indaga “Come può l’open-source responsabilizzare tutti coloro disposti a insegnare a diventare una ‘scuola pubblica’?”. Zack esplora il vero movimento maker dalla base e il suo utilizzo dell’hardware e del software open-source come catalizzatore per una istruzione post-pubblica non-standardizzazata e anti-disciplinare. Di recente, ha insegnato fabbricazione digitale e interaction design presso la Facoltà di Architettura alla Carnegie Mellon University di Pittsburgh, USA. Come parte del gruppo di ricerca ‘Human-Machine Virtuosity’ in fabbricazione robotica e interattiva, Zack applicato la sensibilità open-source allo sviluppo di un “ adattatore universale periferico”, atto a incoraggiare la collaborazione e gli strumenti aperti all’interno di questa piccola comunità. Zack è un diplomato del Master in Tangibile Interaction Design al Carnegie Mellon e del Michigan School of Art and Design.