SOCIAL INNOVATION CITIES

sic-thehub

300 persone, 30 tavoli, 30 facilitatori, 10 temi, 10 speaker internazionali, al lavoro per co-creare l’ecosistema della Social Innovation City: la città a prova di futuro. Attraverso la facilitazione di gruppi di lavoro durante l’evento e l’engagement sulla piattaforma di condivisione nei mesi precedenti, i partecipanti saranno chiamati a identificare le variabili chiave per lo sviluppo di un ecosistema di innovazione ad impatto positivo in una città metropolitana.

Ogni tavolo di co-design sarà composto da:
Makers → persone che pensano con le mani, artigiani digitali, problem solver con intelligenza pratica (aspiranti McGiver)
Thinkers → opinion leader, scrittori, accademici, ricercatori, filosofi, amanti della teoria.
Influencers → decision e policy maker, imprenditori, attivisti, policy shaper.
A valle del percorso, saranno presentate ai referenti delle Istituzioni invitate (italiane ed europee) i risultati del processo di co-design affinché questo si legittimi come processo metodologico anche per le altre città in Italia ed in Europa: si invierà il prodotto “Making Innovation Agenda” e si farà richiesta di un followup sulla piattaforma dedicata.

LA PIATTAFORMA:
E’ già online la piattaforma creata ad-hoc su IdeaScale che,  in vista dell’evento, sarà alimentata per:
●    Raccogliere idee, dati e contributi  utili alla discussione prima e durante l’evento.
●    Coinvolgere la community dei partecipanti e i facilitatori dei tavoli per scambiarsi idee e feedback sui vari topic in modo da arrivare all’evento del 1° ottobre con un bagaglio consistente di contenuti e contatti.
●    Monitorare, misurare e raccogliere i risultati dei tavoli di lavoro per la creazione della Innovation Agenda.

I 10 TEMI:
I temi che saranno trattati da ogni tavolo tramite un processo di dialogo strutturato auto-facilitato saranno divisi in 5 temi orizzontali e 5 temi verticali.
Intendiamo per temi orizzontali le leve che abilitano un territorio ed una community alla costruzione di una Social Innovation City:

1. Making resilient cities and communities
Innovazione urbana e creazione di comunità di “city makers”. Le innovazioni tecnologiche e sociali dei governi locali, la competizione collaborativa tra pubblico e privato per la creazione di città e comunità resilienti.

2.  Co-design methods, service innovation and user centred approach
Dalla shared economy agli strumenti di co-design, co-creare i servizi e le organizzazioni del futuro.

3. Open data management, data visualization, metrics and measurement
Aprire i dati, saperli usare, visualizzarli. Misurare l’impatto delle pratiche di innovazione. Come rendere omogenei gli indicatori e come raccontarli.

4. Accessibility
I tempi della città, le barriere, gender equality, integrazione, lo stato dell’arte e le iniziative per una società accessibile.

5. Scaling impact
Oltre le startup, cosa verrà dopo gli incubatori e gli acceleratori, il ruolo dei network tra scalabilità e sostenibilità.

I temi verticali sono invece quegli ambiti che ciascun territorio identifica come asset strategici per il proprio sviluppo. Ciascuna Social Innovation City risponderà a quello che il proprio sistema di innovazione, imprenditoria, coesione territoriale è in grado di generare.

6. Education, welfare and youth engagement
Sistemi non convenzionali di formazione e apprendimento, dai NEET ai NET: riprendersi il presente, progettare il futuro.

7. Cultural Heritage & Tourism
Sbloccare le energie creative ed imprenditoriali emergenti per valorizzare il patrimonio artistico e culturale, disegnare un sistema integrato di operatori per un turismo sostenibile.

8.  Impact Finance
Strumenti di finanza inclusiva e innovativa per le Social Innovation Cities. Dai social impact bond alle piaffatorme di crowdfunding e social lending, dal microdredito ai fondi specializzati: la fattibilità degli strumenti esistenti, le esperienze da replicare, i territori ideali in cui intervenire.

9. Environment & Mobility
Le nuove frontiere nella gestione intelligente dei trasporti, l’innovazione per la mobilità a basso impatto ambientale.

10. Food & Agriculture
Tradizione, conoscenza del territorio e innovazione rurale. Il futuro del made in Italy alimentare in un’ottica di sviluppo sostenibile.

EVENTI IMPACT HUB ROMA VERSO L’INNOVATION WEEK
Per iniziare il lavoro di co-creazione di contenuti ed engagement della community che elaborerà l’Innovation Agenda, Impact Hub Roma ha disegnato cinque incontri preparatori sui dieci topic oggetto della giornata del 1 ottobre.
il ciclo si è aperto il 27 maggio con un incontro al Tempio di Adriano sull’Impact Finance, che ha permesso ai partecipanti di valutare le prospettive di strumenti di finanza innovativa, come i social impact bond e il crowdfunding.
Nel mese di Luglio due gli incontri: il 15 e il 22 luglio, su Open data management, Valorizzazione del Patrimonio Culturale e Turismo e su Cibo e Agricoltura.
Dopo la pausa estiva si riprenderà con due eventi a settembre, uno dedicato all’Ambiente e alla Mobilità, l’altro a Educazione, Welfare e Youth Engagement.
La modalità operativa degli eventi sarà caratterizzata da una breve introduzione all’argomento da parte degli speaker e successiva suddivisione dei partecipanti in tavoli di lavoro. Infine restituzione finale con la piattaforma simakers.ideascale.com e aperitivo di networking.

CHI SIAMO

Impact Hub è un network globale di spazi per la Social Innovation: habitat d’ispirazione e servizi da business accelerator per supportare lo start-up e lo sviluppo di imprese ed iniziative ad alto contenuto innovativo e di impatto positivo per la società.

Impact Hub Network ha 9 anni, opera da oltre 54 città su 4 continenti con oltre 7mila membri.

È ad oggi la rete di centri per la Social Innovation più estesa al mondo.